Beati i poveri, perché moriranno prima

Capocciata Giornalistica

Posted by sdrammaturgo su 5 gennaio 2008

– Tecnologia. E’ stato ultimato il microchip più piccolo al mondo. Non più grande di uno spillo, è capace – pensate – di contenere addirittura l’intero Antico Testamento, conservando invariate tutte le stronzate.

 

– Giuliano Ferrara lancia la proposta di una moratoria per ritoccare la legge 194 che regolamenta l’aborto, con l’obiettivo di abolire l’interruzione della gravidanza. C’è chi parla di un modo per accattivarsi simpatie cattoliche, chi si concentra su una svolta mistica del giornalista, ma sono poco noti i reali motivi che animano i suoi intenti: tutela e salvaguardia dei suoi simili. Comprensibile: con il senno di poi, chi lo avrebbe partorito?

 

– Archeologia. Dopo il rinvenimento di lame ossee dotate di lacci risalenti alla preistoria, si è scoperto che l’uomo pattinava sul ghiaccio già 5000 anni fa, ma mancando i pronti soccorsi, quando cadeva erano cazzi suoi.

 

– Si continuano a contare i morti ed i feriti per i botti di Capodanno. Un dato è particolarmente allarmante: sono ancora quelli del 2004.

 

– Tanti gli apprezzamenti da parte di tutto il mondo politico e sindacale per il discorso alla nazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ma un plauso particolare va all’autore: Enrico De Nicola.

 

– Secondo le associazioni umanitarie, sono in aumento i bambini che in Africa muoiono per l’impossibilità di assumere farmaci. Le medicine ce le avrebbero pure, ma il guaio è che andrebbero prese dopo i pasti.

 

– Calcio. Il Baracca Lugo coccola il sogno di acquistare Vincenzo Iaquinta, molto stimato dall’allenatore baraccalughese, che ha detto dell’attaccante juventino: “E’ potente, è dotato di un grande senso del goal ed è molto abile a saltare l’uomo, se l’uomo è mio zio”.

 

– Sessuologia. Secondo studi recenti, fissare la foto del proprio nonno defunto posta sopra la spalliera del letto aiuterebbe a ritardare l’eiaculazione.

 

Ed ora suggerimenti per qualche valida alternativa al cesso per buttare i vostri soldi. Torniamo tra pochi minuti.

 

Sniff sniff…C’è qualcosa di nuovo oggi nell’aria, anzi d’antico…E’ il deodorante Giovanni Pascoli! Con il deodorante Giovanni Pascoli basta il chiù di una spruzzata e casa tua sembra riempirsi di puffini dell’Adriatico! Deodorante Giovanni Pascoli: profuma il tuo nido e ti senti fresco come un fanciullino – disponibile nelle versioni al vischio, al gelsomino notturno ed alla digitale purpurea.

 

Ben ritrovati in studio.

 

C’è un’ultim’ora: ritrovato il cadavere di una scarpa Geox morta per soffocamento.

 

Siamo giunti alla conclusione. Vi lasciamo alla diretta del concerto dal teatro La Scala a Chiocciola di Ceprano, dove il maestro Riccardo er Muto dirigerà la sonata numero quattordici di Anonimo Rossi per pianoforte e minestra.
La serata musicale proseguirà con una nuova puntata dello Speciale Cultura, dedicata all’opera di Settimio il Carburatorista, famigerato accordatore di marmitte, il quale presenterà la sua ultima opera “Sgassate in La minore”.
Ospite in studio, Amelio Crepar, autore del fondamentale testo su Cesare Pavese “Tutti dobbiamo morire, ma non capisco tutta questa fretta”.

 

Arrivederci a tutti, tranne a quello che mi ha rigato la macchina.

 

In chiusura, la poesia del giorno: “Come una lucciola”, di Michela Cacace.

 

Come una lucciola, ho bisogno dell’oscurità per risplendere.

Come una lucciola, ho bisogno di cinquanta euro per trombare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: