Beati i poveri, perché moriranno prima

Relazione annuale dell’Accademia dei Linciati

Posted by sdrammaturgo su 28 settembre 2008

Si è concluso il Congresso Generale 2008 dell’Accademia dei Linciati.
I minori studiosi mondiali di scienze naturali, matematiche, storiche, geografiche, umanistiche, varie ed eventuali, si sono riuniti per fare il punto sulla situazione attuale del sapere e confrontarsi sulle ultime scoperte.
Questi i punti salienti del convegno.

*
*

Geologia

E’ stata trovata in Canada, precisamente nel Quebec settentrionale, quella che potrebbe essere la roccia più antica del mondo. Il frammento di crosta terrestre avrebbe circa 4.28 miliardi di anni.
“Sìsì, mi ricordo di lei”, ha confermato Rita Levi Montalcini.

Sancita la definitiva validità della teoria della Pangea, formulata nel 1915 da Alfred Wegener. E’ ormai certo: i continenti erano inizialmente uniti fra loro. Nessuno continua dunque a spiegarsi perché i biglietti degli autobus fossero così cari.

Si è discusso anche su come far avvicinare i giovani e le persone comuni a quest’affascinante scienza considerata generalmente troppo settoriale e specialistica. Il professor Bartolomeo Tuttalpiù ha presentato in tal contesto il libro Come rimorchiare una cubista parlando della tettonica a zolle.

*
*

Storia

Recenti ricerche hanno ricostruito l’intero albero genealogico della dinastia dei Capetingi.

Nuove verità, luci ed ombre sul casato di Filippo il Bello, che resta senza dubbio il più fortunato tra i suoi famigliari, seguito da Filippo il Tipo e Filippo il Trombabile. Ben più amara sorte toccò invece a Filippo il Cesso.

Documenti inediti hanno ampliato l’orizzonte delle diatribe avute dall’avvenente re con Bonifacio VIII: allo Schiaffo di Anagni del 1303, la storiografia ufficiale può ora affiancare lo Sganassone di Terni del 1305 e lo Sciacquadenti di Como del 1310.

Pare inoltre che il massacro dei Templari sia avvenuto in seguito ad una lite per una questione di parcheggio.

*
*

Geografia

Ribadita l’utilità di far imparare a memoria a scuola tutti gli affluenti del Serchia. Importantissimo.

Un mistero resta insoluto: com’è possibile che, stando ad ogni testo in uso dalle elementari ai licei, in tutte le regioni d’Italia ci si occupi del settore metallurgico e si coltivi la barbabietola da zucchero?
Il professor Gioacchino Ricottari è intervenuto nel dibattito: “Oh, io mai vista una piantagione di barbabietole da zucchero in vita mia, dal Trentino alla Calabria. Manco ho mai sentito uno che avesse a che fare co’ ‘ste barbabietole. Ma se po’ sape’ chi le coltiva ‘ste cazzo de barbabietole? E quelli che scrivono i libri pe’ scola, da do’ cazzo l’hanno tirate fori ‘ste barbabietole de mmerda?”.

*
*

Linguistica

Particolarmente interessante è stato il colloquio con il minimo esperto mondiale di filologia romanza Arthur Pollo:

INTERVISTATORE Esimii colleghi della comunità scientifica, ce lo aveva promesso ed oggi è qui con noi: signori, ho oggi il piacere e l’onore di presentarvi il grande Arthur Pollo. Accogliamolo come si conviene a gente che ne sa.
Allora, Pollo, lei è dunque il minimo esperto mondiale di filologia romanza.

ARTHUR POLLO Eh, niente de più facile.

INTERVISTATORE Dunque lei di questa filologia romanza non sa proprio niente?

ARTHUR POLLO Io? No no, niente proprio. Figurate, nun so manco che vor di’.

INTERVISTATORE Vede, c’è un mio zio che ha un’officina sulla Tiburtina. Lui la filologia romanza non sa proprio cosa sia, non ne ha la più pallida idea. Lei afferma dunque di saperne meno di mio zio?

ARTHUR POLLO Ma sicuro! E’ la prima volta oggi che la sento nomina’. Guarda, si te dico d’ave’ letto anche solo la parola ‘na vorta de sfuggita, te dico ‘na cazzata.

INTERVISTATORE Pensate, illustri alfieri della conoscenza, costui ne sa anche meno di mio zio. Beh, che dire: ringraziamo il signor Pollo e dedichiamogli un altro reboante applauso.

*
*

Fisica

La sperimentazione con l’acceleratore di particelle del CERN si avvia a passare alla fase due.
A coordinarla sarà il professor Gustavo Precotti, il quale ha illustrato in cosa consisteranno i prossimi lavori del centro di ricerca: “Dopo aver scongiurato il rischio di buco nero (che avrebbe invero risolto il problema dei miei debiti di gioco), con l’acceleratore di particelle potremo riprodurre il Big Bang che diede origine all’universo. Non solo: andando avanti con gli esperimenti, sarà possibile ripercorrere tutte le tappe che hanno portato alla formazione dei pianeti, risalendo perfino attraverso le varie ere cosmiche, dal caos primordiale allo stato odierno del cosmo. Così, forse, riuscirò a ritrovare le chiavi della macchina”.

*
*

Arte

E’ nota la stretta collaborazione tra Michelangiolo e Sebastiano del Piombo. Nel tentativo di scalzare dalla sua posizione di rilievo il rivale Raffaello Sanzio in favore dell’amico veneziano, il Buonarroti era arrivato addirittura a preparare i disegni per Sebastiano, a cui era affidata la parte coloristica. Lo storico dell’arte Teodoro Addobbato ha appurato i motivi che portarono alla lite e conseguente rottura tra Michelangiolo ed il sodale: Sebastiano dal Piombo sbaffava sempre fuori dai bordi.

Esaminato ai raggi X il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Nuovi simboli, nuovi enigmi, nuovi misteri: sulla veste del misterioso personaggio alla destra di Cristo (Giovanni? Maria Maddalena?) è stata rilevata un’evidente chiazza di sugo.

*
*

Medicina

E’ stato esaminato dal consesso dei cervelli un raro caso di ragazza contemporaneamente obesa, orba, zoppa, pelosa e dalle ghiandole sudoripare iper-sviluppate.
Le è stato sconsigliato di iscriversi al concorso Miss Italia.

*
*

Non resta che attendere il prossimo congresso, di cui è stato già annunciato il titolo: I segreti dell’impollinazione, dalle api ai boscaioli.

*

2 Risposte to “Relazione annuale dell’Accademia dei Linciati”

  1. E barbabietole sono terribilmente fucsia. Andrebbero bene in un musical tipo “mamma mia”.

  2. Penso di non averle mai viste dal vivo, e considera che sono cresciuto in un paese di campagna. Segno che i libri di geografia dicono un sacco di cappellate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: