Beati i poveri, perché moriranno prima

Attualità a manetta

Posted by sdrammaturgo su 24 ottobre 2008

– Crisi economica. Il ministro Giulio Tremonti ha rassicurato gli italiani: “Tranquilli, non c’è niente da temere: il nostro sistema è saldo, i risparmi degli italiani sono in una botte di ferro”. Ma è parso poco credibile, in quell’angolo di strada con quel barattolo pieno di spiccioli in mano.

“Lasciate pure i vostri soldi nelle banche”, ha confermato Mario Sbuccini, il mio vicino di casa, rapinatore.

Abbiamo chiesto anche al sindaco di Roma Gianni Alemanno quali misure intende prendere nel proprio comune per scongiurare eventuali rischi per le casse municipali. La risposta è stata chiara e decisa: “Sgombreremo i campi nomadi”.
In effetti questi zingari e questi immigrati hanno un po’ esagerato con le speculazioni finanziarie.

– Politica e comunicazione. Rifondazione Comunista ha organizzato la propria festa sociale a Roma nel piazzale del cimitero del Verano. Sicuramente geniale la scelta strategica del partito. Già pronto lo slogan per le prossime elezioni: “Rifondazione Comunista: sempre viva nell’affetto dei cari – (Non voti, ma opere di bene)”.

Anche i Radicali hanno lanciato il nuovo slogan: “Libertà per i benestanti! – Ci battiamo da anni per i diritti degli abbienti”.

– Camorra. Un pentito rivela: “I casalesi uccideranno Saviano prima di Natale”. Trovano la sua sintassi superata e non gli perdonano lo stile paratattico tardo-post-hemingwayiano.
Maroni si schiera prontamente in difesa dello scrittore: “Non lasceremo che i criminali raggiungano Roberto nel suo rifugio segreto a Garagnate in Via Marescotti 41 dietro il bar Jolly subito dopo la curva appena superata la salita (il portone giallo)!”.

– Clima. Secondo studi recenti, tra le principali cause del surriscaldamento del pianeta ci sarebbero le flatulenze delle vacche. E non hanno sentito di cosa è capace mio zio.

– Riforma Gelmini. La segreteria del PDL tranquillizza gli studenti ed i ricercatori che temono per il proprio futuro: “Aumenteremo il numero di concorrenti del Grande Fratello”.

Ma i tagli si inaspriscono: gli alunni delle elementari potranno imparare a contare solo fino a sette.

Quanto alla storia, sarà possibile arrivare a studiare la seconda guerra mondiale, ma non ci saranno tempo e fondi sufficienti per sapere com’è andata a finire. I più curiosi potranno sottoscrivere un abbonamento a Mediaset Premium. E’ in lavorazione infatti una trasmissione didattica curata dagli autori di Lost. Saranno finalmente superati i rigidi schemi degli ormai stantii testi scolastici e gli eventi storici verrano riletti alla luce di un gusto più giovane e adatto ai tempi. Nella nuova versione, ad esempio, Cristoforo Colombo scopre l’America, ma dovrà risolvere un’intricata trama di misteri per raggiungere il MacDonald’s più vicino e liberarlo dagli integralisti islamici.

Sotto, il ritratto del navigatore genovese attribuito al Ghirlandaio – James Ghirlandaio – e rinvenuto dalla redazione di Fox News nel sottoscala di Rupert Murdoch

– Presidenziali americane. Si infiamma lo scontro tra Obama e McCain: l’uno è favorevole alla pena di morte, alla guerra ed alle multinazionali; l’altro è molto favorevole alla pena di morte, alla guerra ed alle multinazionali.

– Parma. Rompono il silenzio i vigili urbani accusati del pestaggio del giovane africano Emmanuel Bonsu e spiegano le loro ragioni: volevano dimostrarsi all’altezza della divisa.

– Spettacolo. Cioè no, religione. Parte la lettura continuata della Bibbia in televisione. E c’è grande attesa per il rosario remix.

– Musica. Scoppiettante concerto a Duisburg dei Cinema Strangio, gruppo di punta della scena ‘ndrie rock.

– Cinema. Esce nelle sale Lezione ventuno, il primo film scritto e diretto da Alessandro Baricco. Si fa un gran parlare della sceneggiatura: periodare breve, prosa poetica, immagini suadenti, emozioni languide. Una stronzata, insomma.

– Meteo. Forti precipitazioni si abbattono su tutta la penisola. Ma il Governo frena gli allarmismi: “Niente paura, l’Italia è il paese del sole”.

Annunci

4 Risposte to “Attualità a manetta”

  1. alessia said

    giusto per tenersi allegri eh…comunque un’ottima analisi direi…catastrofica come si merita

  2. ah, ti trovo bello vispo, bene.
    Poco felice solo quella sui radicali, ma va bene.

  3. Alessia: l’allegria non è di questo mondo. Ed un altro mondo non esiste.
    (Dimmi tu se questa non è una perla da Legge di Murphy! :-D).

    Vincenzo: non perdono loro le politiche economiche.

  4. I radicali italiani sono un partito stranissimo, che contiene posizioni agli antipodi fra loro.
    Passata la sbornia neoliberista degli anni ’90 (che è arrivata fino a quello stronzo di Capezzone), il partito è andato gradualmente riscoprendo la sua vera natura, quella liberalsocialista, e per questo va incoraggiato.
    Fra l’altro, è l’unico partito italiano che si occupi di sovrappopolazione, di vegetarianismo, di politiche alimentari, di ricenca scientifica, ed è la forza politica con il numero maggiore di iscritti di sesso femminile in posizione di rilievo.
    Fanno incazzare anche me, ma sono tutt’altra cosa rispetto all merda bipartisan che c’è in parlamento.
    Poi, sulle politiche economiche, io sono in forte disaccordo con la voglia di flessibilità (perché fatico, da sociaista non marxista, a considerare il lavoro una merce), ma non posso fare a meno di notare che i radicali sono gli unici a richiedere un aumento degli ammortizzatori sociali, sul modello danese della flexsecurity. Non mi piace, ma non è merda.
    E comunque i radicali italiani hanno al loro interno perfino dei marxisti,è stranissimo.
    Io sono amico del blogger radicale mildareveno (sul cannocchiale). LEggilo, e capirai cosa voglio dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: